POLDI PEZZOLI

 

Pensando di fare cosa gradita vi segnalo l’interessante mostra :

 

“ IL GIOIELLO ITALIANO DEL XX SECOLO ” a cura di Melissa Gabardi  per  il Museo Poldi Pezzoli  di Milano ,

sino al 20 marzo 2017 , sono presente con due miei lavori.

 

 

P.S – per maggiori informazioni

  http://www.museopoldipezzoli.it/#!/it/visita/mostre-eventi/2775

 

con l’occasione rinnovo buon proseguo d’anno

 

GianCarlo Montebello

 

 

2017

auguri per un impegno di pace per l’anno che verrà     

GIRASOLI      wishes  for a peace pledge for the coming year

  

      GianCarlo Montebello

 

 

 

 

 

 

Art_arterritory

The conductor of an orchestra of artist jewelry

An interesting interview by the journalist Una Meistere published on-line on Arterritory.com Baltic Russian Scandinavian art territory, Here is a link :

http://www.arterritory.com/en/texts/interviews/5772

Wishing you a wonderful Summer!

 

Un’intervista interessante della giornalista Una Meistere pubblicata on-line su Arteritory.com Baltic Russian Scandinavian art territory, ecco il link :

http://www.arterritory.com/en/texts/interviews/5772

Augurandovi una magnifica estate!

 

posterTriennale

I futuri del gioiello italiano

Pensando di fare cosa gradita vi segnalo l’interessante mostra :

“BRILLIANT! I FUTURI DEL GIOIELLO ITALIANO” dal 2 aprile al 12 settembre, mostra a cura di Alba Cappellieri per la XXI Triennale di Milano, sarò presente con un mio lavoro.

estratto dal comunicato stampa

BRILLIANT!
I FUTURI DEL GIOIELLO ITALIANO

La mostra si propone di riportare il gioiello italiano tra le arti, mettendone in evidenza tanto la vocazione manifatturiera quanto l’innovazione tecnologica, i paradigmi della tradizione come gli scenari del futuro

Presenta una selezione delle migliori 50 espressioni di “italianità” nel gioiello, opera di maestri e giovani talenti, di abili artigiani e di maison orafe, espressione dell’alta capacità manifatturiera come della migliore produzione industriale, in una commistione armoniosa di arte, design, moda e nuove tecnologie.

grazie

 

Hoping to please you I inform you of this interesting exhibition:

“BRILLIANT! THE FUTURES OF ITALIAN JEWELLERY” from April 2nd to September 12th,  exhibition curated by Alba Cappellieri for the XXI Triennale  in Milan,  I will be present  with one of  my works

Extract from the press release

BRILLIANT! THE FUTURES OF ITALIAN JEWELLERY 

The exhibition aims to bring the Italian jewel back among the arts, highlighting both the manufacturing vocation as much as the technological innovation, the paradigms of tradition as the future scenarios 

Presenting a selection of the best 50 “Italian character” expressions in jewelry, works by masters and young talents, of skilled artisans and goldsmiths, expression of an elevated manufacturing capability as well as the best industrial production, mingling art, design, fashion and new technologies in a harmonious mix. 

                                    thanks

exhibition at the Triennale - MilanoCollareSuperleggeri

sKin la superficie del gioiello

C’è una mostra interessante a Vicenza alla quale partecipo con un mio lavoro : la spilla ULISSE.

There is an interesting exhibition in Vicenza to which I participate with a work of mine : brooch ULISSE

spilla ULISSE

spilla mod. “ ULISSE “ progetto e realizzazione del 1988 per la gioielleria Enrico Trizio, Bari eseguita in lastra di oro verde con tre riporti d’oro smaltati in vari colori e un cabochon in berillo verde taglio dama
brooch mod. “ULISSE” project and realization of 1988 for jewelry Enrico Trizio, Bari made in green gold sheet with three appliqués enamelled in various colours and a green beryl cabochon, draughts cut

Milano, 13 dicembre 2012

Oggetto costante della mia indagine è, insieme alla motivazione, la destinazione d’uso.
Spogliando la definizione di gioiello della sua autoreferenzialità, provo a ripensarlo inserendolo nella più ampia sfera della DECORAZIONE DELLA PERSONA che presenta molteplici diversi aspetti.

La ricerca prosegue osservando il corpo, il suo movimento e lo spazio, riflettendo sulla seduzione e sull’eco-nomia che con complicità costituiscono l’insieme della MISE EN SCÈNE. Questa si avvale di adeguati segnali e sigilli, quali la luce, i colori, i suoni e la tattilità, mettendo in gioco gli innumerevoli materiali e le tecniche che sono riflessi dell’attività cognitiva, fondamento dell’opera umana. Nel mio lavoro non sono mai solo, mi avvalgo di volta in volta del contributo di tutti coloro che, attraverso una forma intensa di dialogo e condivisione, danno corpo ai miei progetti.

G.C.

UNA MAPPA PER IL CORPO 1978-2010 lavori in corso

note-personali-1

STRINGHE 1981, ph. Giorgio Boschetti

Il lavoro svolto in questi trent’anni non è stato finalizzato alla semplice realizzazione di collezioni d’oreficeria, ma è consistito nella ricerca di una geografia del corpo; ne è così risultata una mappa.
Questo modo di procedere, a un’attenta osservazione di ogni singolo pezzo, pone l’accento sull’importanza delle soluzioni d’esecuzione proprie sia dell’oreficeria manuale sia di quella meccanica.

Il risultato del mio lavoro è simile al baule del teatrante, capace di contenere il necessario per la parte di chi lo indosserà.
Partendo da questo assunto, definisco ciò che faccio “ornamenti”, per indicare che il monile è il risultato dell’interdipendenza tra l’artefice e il soggetto del riconoscimento – “la dimensione del corpo e il suo movimento”; per conseguenza i “miei pezzi” non sono più rappresentativi di uno status bensì la rappresentazione di chi li indossa.

Il mio lavoro si avvale anche di ready-made, come il bottone automatico, l’asola e il bottone, la stringa per le scarpe e altro ancora, manifestando sempre però, per caratteristica d’esecuzione, un debito verso l’arte orafa, che mi è maestra.

Ornamenti per Bradamante 1985 lavori in corso
Frammenti in maglia d’acciaio inox da un abito dell’immaginario, per sentirmi simultaneamente di volta in volta antico, contemporaneo e futuribile; un’allegorica rappresentazione di donna segreta, una e trina: Bradamante è anche Angelica e Alcina nel contempo.

Fiches 1997 lavori in corso
Come un gioco, un sistema di aggregazione per materiali di dimensioni variabili, dal rhodoid all’acciaio, dall’oro alle pietre dure (lapislazzuli, giada, cristallo di rocca ecc.). Così facendo combino la costante, che è determinata dalla griglia di base, con i campi di materia, che sono le variabili; la prima necessaria per un’economia di progettazione e di realizzazione, la seconda per ottenere il divenire.

Superleggeri 2000 lavori in corso
Collane, bracciali e orecchini che ripropongono un repertorio che potremmo definire “classico” nell’ambito dell’ornamento per il corpo. Non hanno forme bizzarre: le maglie delle catene si inseguono una uguale all’altra e per i bracciali pare di indossare al polso un semplice strumento per il disegno.
La caratteristica di questo recente lavoro è l’estrema leggerezza, la vibratilità degli elementi che vivono del traforo di sottili lamine d’acciaio inox.
(estratto da una conversazione con Elisabetta Longari, maggio 2001)

Epilogo
Quasi tutti i miei progetti, con una particolare attenzione a quelli menzionati, “sono lavori in corso” perché si avvalgono della regola di diventare altro partendo dal proprio principio, senza perdere di vista un altro mio interesse: fare ornamenti per celebrare il quotidiano.

GianCarlo Montebello
Milano, 16 maggio 2004